Carnevale su eBay, senza maschere né coriandoli

Mio nonno paterno era conosciuto in paese come Pietro ‘e l’Orso. Nei piccoli centri andavano perlopiù i soprannomi. Roba di novant’ anni e passa, o forse più. Da bambino pensavo che nonno Pietro avesse uno sguardo d’orso, ma poi  ho scoperto che aveva indossato una pelle d’orso in un Carnevale del secolo scorso. Il Carnevale di mio padre era fatto di scherzi improvvisati, farina e ingegno per mascherarsi. La mia generazione è diventata vittima di vestiti preconfezionati, bombolette spray, scherzetti prefabbricati da merceria e stelle filanti. A parte un vestito bellissimo – Goldrake era il mio eroe – ero tra coloro che organizzava il travestimento con cose fatte in casa. Devo ammettere che, col passare degli anni, sono diventato apatico nei confronti di questa ricorrenza, e non di certo perchè penso sia roba da mocciosi: ho un bel ricordo nei quartieri di Viareggio e la condivisione con una famiglia di Putignano, a cui ebbi la faccia tosta di chiedere “ospitalità” sul balcone per la sfilata dei carri.  Adesso che il Carnevale è stato affossato dall’esterofilia per la febbre da Halloween e i costumi si acquistano su eBay, ditemi voi cosa ci resta in mano: una manciata di coriandoli e stelle filanti, magari made in China, acquistati su Internet? Da quando vivo nella parte nord dello stivale italiano, litigo pure con il rito ambrosiano, dove il Carnevale trasloca nel giovedì della settimana. Anche in questo l’Italia è divisa in due! Ho un unico rammarico, pur non avendo mai avuto quel phisique du role: non essere riuscito a vestirmi mai da principe azzurro e andarmene con la mia principessa a nascondermi dietro una collina di coriandoli, fatti di tutte le parole che non ci siamo mai detti!

Annunci

4 thoughts on “Carnevale su eBay, senza maschere né coriandoli

  1. je ne connaissais pas cette version de l histoire de “piede dell’orso” ….je pensais que c etait du a son carectere …..contente de ce retour au source!!”””je t embrasse .

  2. carnevale, natale, pasqua..ormai tutte le feste religiose e/o pagane sono diventate un ulteriore contributo al dio “consumismo”……se facessimo un passo indietro forse..riusciremmo a ritrovare lo spirito (ormai perso) di molte feste
    …..oggi tutte queste feste passano nella veloce quotidianeità…tra cene, ristoranti, o solitudine………….
    rosario forse nn ti sei mai vestito da principe azzurro perchè hai paura del drago!!!..eheheh
    (nadia)

  3. J’ignorais cette histoire!! tu ecris avec beaucoup d originalite, d humour et de plus tu as une grande culture. Deja enfant, tu etais curieux et bavard, un petit prodige. Pourquoi n ecris tu pas dans la presse ecrite en plus du web ! Tu aurais sans doute un grand succes !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...