Home

L’altra Festa del Lavoro: il 1 maggio di Rosario Livatino, il giudice ragazzino

Il giudice Rosario Livatino, instancabile lavoratore ammazzato dalla Mafia e tra pochi giorni Beato della Chiesa Cattolica, sia faro in questo Primo Maggio di pandemia non solo per chi opera nella giustizia.

Ricordo di un’intervista

IL RICORDO

Mi innamorai di Milva durante quell’intervista: intelligente, elegante, guerriera, appassionata, rispettosa della memoria, emancipata lontana dai cliché, senza peli sulla lingua, in difesa dei diritti e concreta all’occorrenza nelle battaglie civili. Nel 2004 a Milano mi fece un regalo: presentarmi Alda Merini…

DIARIO DI VIAGGIO

Nel silenzio struggente della Genova della pandemia, amalgamato al mondo poetico di Fabrizio De André, c’è un mucchio di luride parole che dissacra la memoria delle vittime del Ponte Morandi: “Io non ci ero mai andato a Genova a vedere questo ponte mi han detto: ‘Fai l’analisi dei rischi catastrofali’. E io: ok”.

STORIE

Fraintesa è stata una travel blogger impeccabile, Francesca Barbieri è stata l’antropologa del viaggio e, senza l’affannoso raggiungimento della meta a tutti i costi, ha fatto del racconto analitico del tragitto peculiarità e innovazione del suo storytelling.
La Borsa di studio AIRC per l’Estero “Francesca Fraintesa Barbieri”, rivolta a giovani ricercatori e ricercatrici, ci rende ancora tutti più fieri.

LOCKDOWN

Alla fine della nostra chiacchierata gli confidai un progetto: mettere da parte i soldi necessari per andare nel suo Cile. Luis Sepúlveda fu molto caro e, lasciandomi una dedica, mi disse: “Cerca a Santiago tutti i luoghi della memoria.”

REWIND

Riavvolgere il nastro non è un segnale di sottomissione alla nostalgia tanto, prima o poi, il tempo ti chiede il conto.

L’abbraccio

Perché mi chiamavano l’amico di Maradona…

La mia Africa

Ho ancora una fottuta paura dell’Apartheid e non mi passa.

Musica Leggerissima

Colapesce e Di Martino sono i nuovi outsider della Sicilia.

“ ”

Lavoro è vita e senza quello esiste solo paura e insicurezza.

(John Lennon)